Riuscita con successo la seduta di allenamento di prova | A.S.D Torresavio Calcio - Cesena

Riuscita con successo la seduta di allenamento di prova

Riuscita con successo la seduta di allenamento di prova
Rispettato il protocollo sanitario

Alla fine della seduta (che all'ultimo si è deciso di fare in un turno unico e non in un doppio turno, senza comunque riscontrare problemi di sorta) c'era soddisfazione sia tra gli istruttori che tra i dirigenti venuti a vedere l'attività da fuori: durata poco più di un'ora e mezza per le varie stazioni in cui era diviso l'organico della categoria Allievi 2004-05 (quasi tutti presenti), la seduta nei due campi secondari del centro sportivo di Case Gentili si è svolta nel pieno rispetto del protocollo sanitario diramato dalla FIGC ad inizio giugno.

Venerdì ci sarà la seconda sessione della settimana per i nostri ragazzi, sempre in turno unico, ma con l'inizio posticipato di un'ora, in modo da evitare il momento più caldo del pomeriggio. Ancora da stabilire se ci sarà lo stesso programma la prossima settimana e se saranno coinvolti anche i Giovanissimi, in quello che può fungere anche da saluto ai ragazzi e termine ufficiale di questa travagliata stagione calcistica 2019-2020.

Dopo essere entrati nel centro sportivo, i ragazzi dovevano seguire la fila di coni che li portavano alla stazione di cui facevano parte.

Gli allenatori Nicola Lippolis, Matteo Di Censo, Michael Astolfi e Gianluca Buvardia (quest'ultimo di norma allenatore e coordinatore della Scuola Calcio del Torre del Moro) hanno gestito la rispettiva stazione dei calciatori di movimento, mentre Walter Primitivi ha lavorato con i portieri; tutti gli istruttori erano coordinati dal responsabile tecnico Gabriele Turci, il quale si è anche occupato di accogliere tutti i ragazzi all'interno della struttura e di ricevere da tutti l'autocertificazione sullo stato di salute, necessario per poter partecipare all'attività.

Naturalmente si sono svolti unicamente esercizi individuali sia a livello fisico che tecnico, ad esempio con esercizi di stretching oppure di conduzione del pallone, per evitare qualsiasi contatto fisico tra i vari ragazzi; sempre al fine di rispettare il protocollo sanitario non sono stati usati gli spogliatoi ed ogni ragazzo ha usato un singolo pallone. Infine l'orario di inizio per ogni stazione è stato scaglionato, in modo da evitare assembramenti in corrispondenza dell'ingresso del centro sportivo.

In corrispondenza di ogni stazione c'era un igienizzante liquido per le mani, utile per rimanere protetti nel caso di contatti fisici fortuiti.
Il distanziamento sociale tra i vari ragazzi durante l'attività è stato sempre comunque rispettato.