Lettera a Corrado | A.S.D Torresavio Calcio - Cesena

Lettera a Corrado

Lettera a Corrado
L'amico di una vita Mauro Taioli scrive a Corrado. Una missiva splendida che si commenta da sola.

"Ciao Corrado ,  amico mio  e' con profondo dolore ma con tanta serenita'
che ,attraverso il   sito della  Torre Savio societa'  che orgogliosamente
ti  puo' annoverare come il collaboratore in assoluto di maggior prestigio
e competenza e che  per sempre ti sara' riconoscente che  viorrei porgerti
un mio ultimo saluto.

Un destino beffardo ha riservato proprio a te ,combattente di razza ,e
nella partita piu' importante un avversario viscido che da vera  carogna ti
ha colpito senza preavviso  e senza concederti la minima difesa  forse
perche' il bastardo sapeva che tu col tuo fisico da corazziere  cosi come
hai fatto in tante altre partite e con avversari fortissimi ma leali ( ti
ricordi sei riuscito a mandare in bianco  Maradona in quel  famoso  Perugia
Napoli ) l'avresti neutralizzato.

Questo bastardo  ha portato via  un vero amico generoso che in tante
occasioni mi ha dimostrato che potevo sempre contare su di lui  ma mai
potra'  rimuovere il  suo  ricordo che sara' continuamente alimentato
attraverso le frequentazione che di certo continueranno , con la sua
splendida ed  adorata famiglia e con gli amici comuni.

Ti ricordi quando da bambini componevamo le squadre per giocare a calcio a
pari e dispari  tu eri sempre  la prima scelta ed  io sempre l'ultima  e
spesso finivo , con tanta gioia, nella tua squadra proprio perche'  essendo
la piu' forte  con la mia presenza  equilibravo la contesa.

Assieme  alle nostre famiglie e agli amici abbiamo vissuto tanti momenti
bellissimi  vacanze rilassanti  con momenti canori esilaranti e tue battute
alle quali facevi seguire sempre  risate a squarcia gola coinvolgenti.

So per certo che sei partito per questo ultimo viaggio pronto e preparato e
questo l'ho capito quando quella sera ti sei avvicinato a me mentre
guardavo una  partita del torneo esordienti di S.Vittore ed abbiamo parlato
tanto ma non come di solito accadeva  confrontandoci su  giudizi  tecnici o
prospettive dei nostri  bambini ma mi hai raccontato nei dettagli e con
tanto trasporto della  tua meravigliosa esperienza  vissuta poco tempo
prima quando hai fatto visita alla Madonna di  Medjugorje.

Sei  stato  un grande  sportivo e   quando ci riincontreremo, oramai
anch'io mi sto convincendo che succedera' , mi devi concedere una bella
rivincita  ai rigori serie da 5 e magari contrariamente a quanto succedeva
sul  nostro caro  campo parrocchiale almeno una volta sul  campo azzurro
del cielo finalmente forse ti battero'.

ciao amico mio  prepara la porta il pallone lo portero' io."

- Mauro
 

#ciaocorrado