La prima in casa della Terza Categoria | A.S.D Torresavio Calcio - Cesena

La prima in casa della Terza Categoria

La prima in casa della Terza Categoria
Ritorna la prima squadra del Torresavio, vi aspettiamo!

Esisteva un tempo in cui a “La Tòra de Mor” c’era la “Parrocchia” con Don Sergio Capelletti e il Torre del Moro Calcio con Fulvio Valzania, due realtà così diverse ma in perfetta simbiosi (tanto che il Don era il primo tifoso degli amaranto) e che insieme generavano un indotto di persone che animavano (e non poco) il quartiere. Sembra passata un’era ma si parla  solo di qualche decade fa. Erano tempi in cui alla Domenica c’era “La partita”. Io, classe 75 che abitavo davanti al campo sportivo di via San Cristoforo me lo ricordo bene, non c’era bisogno di sapere con chi ma “E zughivà la Tora de Mor”, era un campionato di terza o seconda categoria (non di più) ma era la prima squadra e io ricordo che a metà anni 80 le persone attorno al campo “Bruno Rossi” erano tantissime, con il vestito della domenica e il cappello in testa. Un evento con tutti i “crismi” insomma, biglietto all’ingresso con la biglietteria posizionata sotto le scale, lo speaker che annunciava le formazioni e l’immancabile “terzo tempo” all’ingresso con il post partita. Erano campionati provinciali o locali ma erano organizzati in maniera impeccabile e avevano un retrogusto di festa.

le divise storiche

Con il passare del tempo per la società mantenere la prima squadra è sempre stato più difficile, forse l’ultimo grande Torre del Moro che si registra fu quello dello squadrone di Luca Amadori dell’annata 95/96 poi una serie di inevitabili eventi portò l’estinzione della prima squadra per come la ricordavamo. Sia il Torre del Moro che il Torresavio hanno lavorato benissimo sui giovani mettendo in piedi una “cantera” che dai primi calci agli allievi regionali spicca per abnegazione, professionalità e risultati, una realtà che può sfruttare un’esperienza di oltre 40 anni. Ma mancava sempre qualcosa…

Mancava…appunto...

Oggi dopo quasi 20 anni di assenza ritornano gli amaranto “Dla de Mòr”, il Torresavio riparte dalla terza categoria, con la voglia di divertirsi e di divertire. E’ forte il legame con il passato, anche se non si giocherà più nel fortino del “Bruno Rossi” che verrà smantellato a breve ma nel campo di Vill’Arco, talmente forte questo legame che molti ragazzi della rosa provengono dalle giovanili del Torresavio. La prima uscita fuori casa è stato un bel banco di prova per i ragazzi di Mister Gioacchini che hanno affrontato la corazzata del San Carlo uscendo a testa alta (1 a 0 per i padroni di casa), ma Sabato torna la storica partita, e forse chissà… per un attimo vedremo ancora i cappelli e i vestiti della domenica sentiremo ancora la voce “roca” di Fulvio con l’inseparabile sigaretta che incitava i ragazzi in campo con un solo grido: “Forza Torre”.

L’appuntamento quindi è per Sabato 23 settembre ore 15.00 al campo di Vill'Arco, si scrive un altro paragrafo della storia del Torresavio, per l’occasione 22 ragazzi della scuola calcio del Torre del Moro accompagneranno l’ingresso in campo dei giocatori delle due squadre e a fine partita offriremo albana e ciambella a tutti i presenti. Vi aspettiamo numerosi. #FORZATORRE